I miei grazie alla vita, nonostante tutto



Non è facile oggi dire grazie alla vita. Non lo sarebbe stato comunque per me: un anno fa ho perso mio padre.
Ma svegliarsi con le notizie di Bruxelles, esplosioni, morte, famiglie distrutte, paura, terrore. No, non è questo il mondo che voglio.
L'unica cosa che vorrei ora è correre a casa, dal mio bimbo malato. Lo farò tra poco e mi imporrò di aggiungere al nostro barattolo della felicità un altro bigliettino. Per non associare a questa giornata solo cose brutte.
Della nascita del nostro barattolo della felicità, del bene che ci ha fatto quando ne abbiamo avuto davvero bisogno...magari ve ne parlerò un altro giorno.

Nessun commento:

Posta un commento