Prima che inizi la scuola regaliamoci un giorno per due



Manca poco, davvero poco. Un paio di giorni e, almeno qui a Roma, si torna a scuola. O meglio, i nostri pargoli tornano a scuola. Una liberazione per certi versi dopo 3 mesi di incastri impossibili, centinaia (direi migliaia) di euro donate ai centri estivi, lotte per fare i compiti per le vacanze.

Però tra due giorni saremo di nuovo nel solito vortice: quella corsa infinita tra lavoro, scuola, sport, musica, feste degli amichetti. Torneremo a sbrigarci a fare tutto e… cosa rimarrà di quel tempo lento in cui potevamo anche solo stare sdraiati sul letto a vedere le nuvole dalla finestra, o in cui non era un problema se alle 20 nessuno aveva ancora fatto la doccia o pensato alla cena?

Ecco perché a me l’inizio della scuola mette un po’ il magone ed ecco perché, da qualche anno - se posso -  il giorno prima del primo giorno di scuola, mi riservo un momento speciale con mio figlio. Un ultimo giorno di vacanza a due prima di ripartire.

Non sempre riesco a prendermi un giorno intero libero dal lavoro, ma basta una mezza giornata, o anche solo un paio d’ore. Purchè siano solo vostre e le riempiate con qualcosa di speciale, che vi faccia ridere a crepapelle, che vi porti lontano mille miglia dalla routine e che possiate ricordare durante tutto l’anno.

Se sei a corto di idee eccone qui qualcuna.

Per chi (come me) abita a Roma, suggerisco un giro al Museo Explora di Via Flaminia, o un’ora di guida al Parco del Traffico dell’Eur dove i bambini possono prendere la patente e guidare su un circuito cittadino in miniatura. Per i più grandicelli c'è anche Technotown dove cimentarsi con effetti speciali, robotica e chi più ne ha più ne metta.

Qualche anno fa, siamo stati anche al Bioparco, con pranzo al seguito. Per rendere tutto più avventuroso ci siamo arrivati a bordo del tram.

Sempre a Roma potreste andare al Parco Avventura dell’Eur o noleggiare un pedalò elettrico a Villa Borghese.

Se non siete di Roma, non so darvi consigli così mirati ma ci sono cose che - secondo me - funzionano sempre.

Se amate stare all’aria aperta e avete uno spazio verde vicino casa, cosa c’è di meglio di un bel pic nic, magari con bicicletta al seguito? Il pranzo lo potete preparare insieme, magari creando cose buffe come questi tramezzini mostruosi.



E, mi raccomando, non vi lasciate scoraggiare dagli imprevisti. C’è vento o piove? Non rinunciate: Lorenzo ed io in questi casi, il pic nic lo facciamo a casa, con tanto di coperta per terra, fiorellini e giochi.

Se avete qualche ora in più potreste fare una piccola gita fuori porta o semplicemente riscoprirvi turisti della vostra città. Noi una volta abbiamo preso uno di quei pulman aperti che fanno il giro del centro. Lorenzo si è divertito tantissimo e ha scattato moltissime foto.

E se non potete uscire di casa, per il tempo o per altri impedimenti? Beh potreste organizzarvi per preparare una torta insieme, oppure un toast party, o fare qualcosa di nuovo e gustoso come preparare una marmellata o le gelatine di frutta o una crema di nocciole davvero super.

Se avete un cartoncino e colori a disposizione, potreste divertirvi a farvi reciprocamente un ritratto nelle pose più buffe. Riguardarlo nei momenti più duri, tesi e impegnati dell’anno vi regalerà sicuramente un sorriso.

Con un paio di coperte e qualche molletta potete allestire un bel camping in salotto.
E poi… basta una scatola di cartone per inventarsi garage, case per le bambole e tutto quello che la fantasia vi suggerirà.

L’importante sarà quel tempo speciale e lento che vi sarete regalati e che vi accompagnerà nei prossimi mesi.

Sono solo idee, sono sicura che a te ne verranno tante altre e ancora più belle.
Se ti va scrivile qua sotto così ci possiamo attingere tutte :-)

Nessun commento:

Posta un commento